News

Presentato a Roma il CDCNPA

Da oggi è operativo il Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori a sostegno della raccolta e del recupero di pile e accumulatori portatili, industriali e per veicoli

Oggi, giovedì 27 ottobre 2011, si è tenuta a Roma la conferenza stampa, organizzata dal Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori (CDCNPA), in cui è stato fatto il punto sullo stato dell’arte di questa particolare tipologia di rifiuti e presentate tutte le novità che saranno introdotte a livello nazionale sulle modalità gestionali per la raccolta, il trattamento e il riciclo delle pile e accumulatori sia portatili che industriali e per veicoli. Hanno partecipato il Sen. Antonio D’Alì, Presidente Commissione Ambiente Senato, il Dott. Giulio Rentocchini, Presidente – CDCNPA e l’Ing. Giancarlo Morandi, Comitato Esecutivo – CDCNPA.

Gli obiettivi del Centro di Coordinamento sono:

  • ottimizzare le attività di competenza dei Sistemi di raccolta a garanzia di omogenee ed uniformi condizioni operative, al fine di incrementare le percentuali di raccolta e riciclaggio dei rifiuti di pile e accumulatori;
  • definire le modalità di determinazione e ripartizione dei finanziamenti delle operazioni di raccolta trattamento e riciclaggio da sottoporsi all’approvazione del Comitato di Vigilanza e Controllo.

A soli 5 mesi dalla sua costituzione, il CDCNPA, i cui Consorziati  attualmente sono 16 (14 Sistemi Collettivi e 2 Sistemi Individuali) sta, infatti, ponendo le basi per una gestione integrata di pile e accumulatori giunti alla fine del loro ciclo di vita, una vera e propria risorsa economica per l’Italia.

Basti pensare che nel 2010 sono state immesse nel mercato nazionale 282.707 tonnellate tra pile e accumulatori portatili e accumulatori industriali e per veicoli.

Nel dettaglio sono oltre 252.000 le tonnellate di accumulatori industriali e per veicoli immesse nel 2010, circa 4 kg per abitante. L’Italia è, in questo settore, leader mondiale per la raccolta, il trattamento e il riciclo, con il 95% dell’immesso sul mercato, nettamente al di sopra delle efficienze minime di riciclaggio richieste dalla normativa (65% in peso medio di pile e accumulatori al piombo/acido, il 75% in peso medio di pile e accumulatori al nichel-cadmio, il 50% in peso medio degli altri rifiuti di pile e accumulatori).

Per quanto riguarda, invece, le pile e gli accumulatori portatili sono state immesse 30.500 tonnellate, circa 0,5 kg per abitante. Attualmente, tuttavia, i dati di raccolta sono frammentari e parziali ma è possibile ritenere che l’attuale tasso di raccolta sia intorno al 18%-20%, prossimo al limite minimo stabilito dalla normativa europea (25% entro settembre 2012 e il 45% entro settembre 2016). Sono circa 6.000 le tonnellate di pile e accumulatori portatili che vengono, oggi, raccolte in modo differenziato e avviate al riciclo.

L’attività del CDCNPA sarà quindi di consolidamento ulteriore del lusinghiero primato legato alla raccolta e al recupero di accumulatori industriali e per veicoli e sarà dedicata ad incrementare la raccolta e il recupero delle pile ed accumulatori portatili per raggiungere con successo e nel minor tempo possibile gli obiettivi imposti dall’Unione Europea.

Il Centro di Coordinamento provvederà, inoltre, a realizzare campagne di informazione, organizzare per i consorziati un sistema capillare di raccolta, assicurare il monitoraggio e la rendicontazione dei dati relativi alla raccolta ed al riciclaggio dei rifiuti di pile ed accumulatori portatili, industriali e per veicoli e garantire il necessario raccordo tra l’amministrazione pubblica, i sistemi di raccolta e gli altri operatori economici.

“Il CDCNPA – ha dichiarato Giulio Rentocchini, Presidente del CDCNPA – permetterà all’Italia di dotarsi  di modalità gestionali coerenti e omogenee per la raccolta e il recupero di queste categorie di rifiuti, offrendo dunque al Paese un servizio ambientale distribuito capillarmente su tutto il territorio nazionale. Il Centro di Coordinamento Nazionale Pile e Accumulatori si impegnerà a fare in modo che i Sistemi Collettivi e Individuali consorziati svolgano al meglio il loro lavoro per raggiungere e superare gli obiettivi minimi imposti dall’Unione Europea nel più breve tempo possibile e ad incrementare la raccolta, minimizzandone i costi”.

Giancarlo Morandi, componente del Comitato Esecutivo del CDCNPA, ha sottolineato la volontà della nuova istituzione di raggiungere nel settore delle pile e degli accumulatori portatili gli stessi traguardi d’eccellenza, raggiunti in passato, che hanno reso l’Italia famosa nel mondo per la raccolta ed il riciclo delle batterie al piombo.

Drömmande fascinerande kontur och den bakre raden, ge oss mer eterisk pastell romantiska estetik. Samtidigt bröllopet har också en god själv odling effekt, belyser bruden attraktiv figur, låt bruden på bröllopet känner sig mer bekväm att bära bröllop

Roma, 27 ottobre 2011

0

CDCNPA utilizza cookies tecnici e di terze parti per rilevazioni statistiche anonime, continuando a navigare su questo sito ne accetti l'utilizzo. Puoi accettare tutti i cookies cliccando su "Accetto i Cookies" o gestire le tue preferenze sui cookies. Per maggiori informazioni visita la nostra Cookie Policy